Verapamil: Usi Ed Effetti Collaterali

Sebbene il Verapamil sia un farmaco cardiovascolare, ha anche altri usi come il trattamento della mania e la profilassi dell’emicrania.

Verapamil è un farmaco che può essere  somministrato sia per via orale che endovenosa, a seconda delle esigenze del paziente, per curare in particolare angina, ipertensione e aritmie.

Appartiene alla famiglia degli antiaritmici di classe IV. Pertanto, è più efficace della digossina nel controllo della fibrillazione atriale. La digossina è il cardiotonico per eccellenza.

Sebbene il Verapamil sia un farmaco cardiovascolare, ha anche altri usi come il trattamento della mania e la profilassi dell’emicrania.

Le diverse presentazioni che si possono trovare sul mercato sono concepite per un’indicazione o per l’altra,  dal trattamento dell’angina con compresse a rilascio prolungato ai colliri per il trattamento dell’ipertensione oculare e/o del glaucoma.

Cosa sono le aritmie?

Un medico con uno stetoscopio

Un’aritmia è un ritmo cardiaco anormale. Questo tasso può diminuire o aumentare. Nel primo caso, le aritmie sono chiamate bradicardie e nel secondo – tachicardie.

Quando ciò accade, la formazione del polso del cuore può essere influenzata. Ciò può causare problemi di conduzione.  Si chiamano rientri. Queste sono le aritmie più comuni nella popolazione generale.

Inoltre, è importante ricordare che le aritmie sono spesso innocue. Tuttavia,  alcuni di essi possono mettere in pericolo la vita del paziente.  È quindi molto importante averli sotto controllo.

Esistono 4 tipi principali di aritmie:

  • Extrasistoli
  • Aritmie sopraventricolari
  • Aritmie ventricolari
  • Bradiaritmie

E l’angina pectoris?

Questa malattia è, come l’infarto del miocardio, un tipo di cardiopatia ischemica. In altre parole,  una malattia causata dal deterioramento e dall’ostruzione delle arterie del cuore.

Parliamo di arteriosclerosi. Si verifica a causa dell’accumulo di placche di colesterolo, lipidi e cellule infiammatorie sulle pareti di queste arterie. Di conseguenza,  il cuore non riceve abbastanza sangue  per il corretto funzionamento del corpo.

L’ angina pectoris  compare  gradualmente , conseguenza del deterioramento delle arterie del cuore nel corso degli anni. Può essere classificato in due categorie:

  • Angina pectoris stabile:  il dolore compare durante l’esercizio fisico e può diffondersi ad altre zone del corpo
  • Angina pectoris instabile: i dolori compaiono a riposo e durano più a lungo rispetto all’angina pectoris stabile

Come agisce Verapamil nel corpo?

Un paziente trattato con Verapamil

Questo farmaco deve la sua efficacia contro le malattie citate alla sua capacità di bloccare i canali del calcio voltaggio-dipendenti. Agisce sull’ingresso di calcio extracellulare attraverso le membrane delle cellule del muscolo cardiaco. I livelli di calcio plasmatico non sono influenzati.

Per questo Verapamil  si lega ai canali lenti del calcio modificandone la struttura. Pertanto, il calcio plasmatico non penetra all’interno delle cellule del miocardio.

Inoltre, questo farmaco interferisce anche con il rilascio di calcio intracellulare. Questo è immagazzinato nel reticolo sarcoplasmatico che è una struttura cellulare.

Poiché i livelli di calcio all’interno della cellula sono ridotti,  si ottiene che il muscolo del cuore si espanda. Ciò ha implicazioni per il meccanismo di contrazione. Lo stesso vale per la muscolatura liscia dei vasi sanguigni.

Si riducono così le resistenze periferiche e, di conseguenza, il postcarico.  Questi meccanismi spiegano gli effetti benefici del Verapamil su angina e ipertensione.

Effetti collaterali di Verapamil

Gli effetti collaterali più gravi che possono derivare dal trattamento con Verapamil includono:

  • Bradicardia sinusale
  • Tachicardia sinusale inappropriata
  • Blocco atrioventricolare di diversi gradi. Potrebbe essere necessario un trattamento con un altro farmaco
  • Ipotensione

È importante sapere che questi  effetti collaterali sono più frequenti quando si somministra Verapamil per via endovenosa.

Oltre a questi gravi effetti, a causa della sua azione vasodilatatrice, un paziente può sviluppare anche  altri effetti collaterali come: 

  • Vertigini
  • Vampate
  • Stanco
  • Male alla testa
  • Vomito
  • Dolore addominale

Infine, anche se rari,  alcuni pazienti possono sviluppare reazioni di ipersensibilità.

Conclusione

Il verapamil è  un farmaco utilizzato principalmente per il trattamento dell’angina pectoris,  dell’ipertensione e di vari tipi di aritmie. Ha alcuni effetti collaterali piuttosto pericolosi. Questo è il motivo per cui è necessario prestare particolare attenzione durante il trattamento. Bisogna sempre seguire le raccomandazioni del medico e segnalargli qualsiasi disagio anormale o qualsiasi dubbio.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button