Trattamento Farmacologico Dell’anemia

Il trattamento farmacologico dell’anemia dipende dalla sua causa. Per poter scegliere la giusta opzione terapeutica è fondamentale raggiungere una diagnosi accurata.

Il trattamento farmacologico dell’anemia varia a seconda del tipo di causa che ha causato la patologia del paziente. Non tutte le anemie hanno la stessa origine. Questo è il motivo per cui le opzioni di trattamento variano.

L’anemia è una patologia che provoca una diminuzione del livello di ossigeno nel sangue. Ciò accade quando la concentrazione di emoglobina, che è una molecola ricca di ferro che si trova nei globuli rossi, diminuisce.

Per risolvere questo problema, oggi abbiamo diverse opzioni terapeutiche efficaci che vedremo in tutto l’articolo. Il trattamento farmacologico dell’anemia si basa principalmente sull’aggiustamento o sulla correzione della causa specifica dell’anemia:

  • Terapia di sostituzione dei nutrienti di base
  • Stimolanti dell’ematopoiesi
  • Immunosoppressori
  • Trapianto di midollo osseo

Quali sono le possibili cause dell’anemia?

Ci sono tre principali cause di anemia. In primo luogo, può essere spiegato dall’incapacità del corpo di produrre abbastanza globuli rossi, che sono i globuli che contengono l’emoglobina. L’emoglobina è la molecola che trasporta l’ossigeno nel corpo.

In secondo luogo, possono anche essere prodotti da un’emorragia eccessiva, sia da un infortunio che dalle mestruazioni nelle donne. Molte giovani donne hanno bisogno di integratori di ferro per questo motivo. La terza causa più comune sono le malattie autoimmuni che distruggono i globuli rossi.

Anemia nel sangue

Opzioni di trattamento farmacologico

Terapia di sostituzione dei nutrienti di base

Questa prima opzione di trattamento farmacologico per le anemie consiste nell’assunzione di integratori che aiutano e contribuiscono alla sintesi dell’eritropoietina, una proteina necessaria per la creazione di nuovi globuli rossi. Tra questi supplementi ne vengono generalmente indicati due:

  • Sali di ferro : il loro valore terapeutico aumenta quando si parla di anemia da carenza di ferro
  • Vitamine : nello specifico vitamina B12 o cobalamina, vitamina B6 o piridossina e acido folico o vitamina B9. Queste vitamine sono essenziali per la sintesi dei globuli rossi

Trattare l’anemia: stimolanti dell’eritropoiesi o sintesi dell’eritropoietina

Un altro trattamento farmacologico per l’anemia può essere la somministrazione di stimolanti dell’eritropoiesi. Questi farmaci promuovono la creazione di globuli rossi nel midollo osseo.

Sono utilizzati principalmente nelle anemie che causano insufficienza renale cronica. Inoltre, sono indicati anche per diminuire il numero di trasfusioni di sangue necessarie durante alcune operazioni importanti. Infine, vengono utilizzati anche durante il periodo postoperatorio.

Questi agenti includono:

  • Eritropoietina : questo è un fattore che stimola la differenziazione e la maturazione dei globuli rossi. I livelli di eritropoietina naturale aumentano quando i livelli di globuli rossi diminuiscono. Questa sostanza è utile solo nei casi di anemia con carenza nella produzione di eritropoietina, come l’insufficienza renale cronica
  • Fattori stimolanti le colonie di granulociti: gli stimolanti dei granulociti, come il filgrastim o il lenograstim, e gli stimolanti dei granulociti-macrofagi, come il sargramostim, sono ormoni che promuovono la crescita dei globuli prodotti nel midollo osseo. Sono quindi utili nei casi di neutropenia causata dalla chemioterapia. Ma anche in caso di trapianto di midollo osseo

Immunosoppressori

Questi sono farmaci che indeboliscono il sistema immunitario. Sono quindi utili nelle patologie in cui il sistema immunitario stesso attacca o danneggia il paziente. Alcuni tipi di anemia sono legati a un malfunzionamento di questo sistema di difesa naturale. I medici prescrivono quindi questi farmaci per trattare queste patologie.

Farmaci per curare l'anemia

Trattamento dell’anemia: trapianto di midollo osseo

Questo trattamento ha dato ottimi risultati in alcune anemie. Ad esempio, l’anemia falciforme, che colpisce un numero considerevole di persone. Questa malattia provoca globuli rossi rigidi, che diventano appiccicosi e a forma di falce. È già stato eseguito un trapianto specializzato di midollo osseo che ha fatto regredire la malattia.

Tuttavia, nonostante i buoni risultati ottenuti con questa pratica, sono necessari ulteriori test di follow-up per valutare meglio la terapia, in quanto rimane sperimentale.

Ogni anemia ha il suo trattamento

Come spiegato in questo articolo, a seconda del tipo di anemia di cui soffre il paziente, potrebbero essere disponibili diverse opzioni di trattamento. Ti consigliamo di consultare il tuo medico in caso di dubbi e di decidere con lui l’approccio più adatto alla tua condizione.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button