Tipi E Gradi Di Narcolessia

La narcolessia è un disturbo in cui i cicli del sonno sono disturbati. Ci sono cinque presentazioni di questa malattia. Alcuni influenzano solo il modo in cui dormi e altri possono persino portare alla demenza.

La narcolessia, nota anche come sindrome di Gélineau, è un disturbo raro che si manifesta in varia misura e in modi diversi. Porta ad addormentarsi prematuramente. Si stima che il problema colpisca circa lo 0,1% della popolazione mondiale.

Il termine narcolessia fu coniato da Jean-Baptiste-Édouard Gélineau alla fine del XIX secolo. Questo ricercatore fu il primo a descriverlo, nel 1880. Gli diede questo nome basandosi su due radici greche: narkē e lepsie , che insieme significano “attacco del sonno”.

Cos’è la narcolessia?

La narcolessia è definita come un disturbo neurologico cronico che provoca alterazioni nei modelli di sonno. Le sue caratteristiche principali sono la presenza di una forte sonnolenza diurna e di improvvisi attacchi di sonnolenza che non si possono fermare.

Coloro che soffrono di uno dei tipi o gradi di narcolessia hanno grandi difficoltà a rimanere svegli per diverse ore, indipendentemente dalle circostanze in cui si trovano. Ha quindi un’influenza decisiva sulla qualità della loro vita.

In alcuni casi, questo disturbo è accompagnato da un’improvvisa perdita di tono muscolare che viene definita, in termini medici, cataplessia. Può verificarsi come risultato dell’esperienza di un’emozione intensa e, in definitiva, se si verifica o meno è ciò che definisce determinati tipi e gradi di narcolessia.

La malattia non ha cura o trattamento specifico in quanto tale. Tuttavia, ci sono farmaci che aiutano a controllare questi attacchi di sonno improvvisi. Inoltre, i cambiamenti nello stile di vita possono essere di grande aiuto, così come il supporto sociale e psicologico.

Narcolessia in una donna.

Caratteristiche della malattia

Le principali caratteristiche della narcolessia sono:

  • Eccessiva sonnolenza diurna: vigilanza e concentrazione diminuiscono. Questo è di solito il primo sintomo a comparire. Quindi si verificano attacchi di sonno
  • Cataplessia: come notato, questa non è presente in tutti i casi. Inoltre, non si manifesta sempre con la stessa intensità.
  • Paralisi del sonno: questa è l’incapacità temporanea di muoversi o parlare. Si verifica soprattutto quando ci si addormenta o ci si sveglia. Di solito sono episodi brevi
  • Cambiamenti nel ciclo del sonno REM: il sonno REM è il sonno più profondo e di solito comporta movimenti oculari rapidi. Una persona con narcolessia può entrare in questa fase in qualsiasi momento.
  • Allucinazioni: si parla di allucinazioni ipnagogiche se si verificano prima di addormentarsi, o di allucinazioni ipnopompiche se si verificano al risveglio. Possono essere molto vivaci e terrificanti

Le persone affette da narcolessia possono anche soffrire di altri disturbi del sonno, come l’apnea ostruttiva del sonno, il sonno frammentato e la sindrome delle gambe senza riposo. Paradossalmente, possono anche soffrire di insonnia.

Tipi e gradi di narcolessia

Secondo i criteri del DSM-5 (quinta versione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali), ci sono cinque tipi e gradi di narcolessia, che sono i seguenti

  • Senza cataplessia e con carenza di ipocretina : in questo tipo di narcolessia c’è una carenza dell’ormone orexina o ipocretina. Questa è una proteina che influenza il funzionamento dei neuroni. La sua funzione principale è controllare il ciclo sonno-veglia. Non ci sono episodi di cataplessia in questa modalità di presentazione
  • Con cataplessia e senza carenza di ipocretina : in questo caso non c’è carenza di ipocretina, ma c’è cataplessia. Questa è un’improvvisa debolezza muscolare su entrambi i lati del corpo. È il sintomo meno compreso di questo disturbo e accompagna il 5% di tutti i casi
  • Atassia cerebellare, sordità e narcolessia autosomica dominante : questo grado di narcolessia è causato da una mutazione del DNA. L’atassia è una mancanza di coordinazione motoria che colpisce i movimenti volontari e può persino compromettere funzioni come la deglutizione, la parola e la vista. Ha esordio tardivo e spesso porta alla demenza mentre progredisce
  • Narcolessia autosomica dominante, obesità e diabete di tipo 2 : ciò è dovuto a una mutazione negli oligodendrociti, una classe di cellule che influenzano la formazione della mielina. Quest’ultima è una sostanza che aumenta la velocità di trasmissione dei nervi e la sua carenza influisce sulla mobilità
  • Secondario ad un’altra condizione medica : il disturbo narcolettico ha tra i suoi tipi quello che deriva come conseguenza di un’altra malattia. Esempi sono la sarcoidosi o la malattia di Whipple. Entrambi distruggono le cellule che producono ipocretina

La narcolessia può portare ad addormentarsi ovunque, come in classe.

Tutti i gradi di narcolessia richiedono assistenza

Sebbene non esista una cura per la narcolessia, i trattamenti sono attualmente disponibili. Questi alleviano la maggior parte dei sintomi e consentono alla persona colpita di condurre una vita quasi normale.

Le persone con questa condizione possono anche apportare cambiamenti allo stile di vita, come fare sonnellini programmati per alleviare l’improvvisa sonnolenza che l’accompagna. Devono anche essere rigorosi per quanto riguarda l’igiene del sonno. Una persona che soffre di narcolessia ha bisogno di supporto psicologico e sociale.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button