Pesce Ricco Di Omega-3 Che Dovresti Includere Nella Tua Dieta

Per gli adulti, si consiglia di mangiare almeno due porzioni di pesce ricco di omega-3 a settimana. La dimensione della porzione è di 100 g.

Se stai cercando di migliorare la tua salute attraverso la dieta, alcuni esperti potrebbero aver raccomandato di consumare omega-3. Qui vi raccontiamo tutto su questo importante acido grasso. Inoltre, vi consigliamo diversi pesci ricchi di omega 3 ! In questo modo, puoi iniziare a cambiare la tua dieta ora.

Gli Omega-3 sono un tipo di grasso insaturo che non può essere prodotto nel corpo. L’unico modo per ottenerlo è attraverso il cibo. La sua assunzione è altamente necessaria per il corpo, aiutando a migliorare il profilo lipidico e prevenire le malattie cardiovascolari, tra gli altri effetti.

Cosa sono gli acidi grassi omega-3?

Le diverse fonti di omega-3.
Gli acidi grassi Omega-3 non si trovano naturalmente nel corpo; tuttavia, la loro buona assimilazione è coinvolta in processi che promuovono il benessere.

Il pesce contiene acidi grassi insaturi che, se consumati in sostituzione degli acidi grassi saturi, come quelli presenti nella carne, possono abbassare il colesterolo. Tuttavia, i principali nutrienti benefici sembrano essere gli acidi grassi omega-3 presenti nel pesce grasso.

Gli acidi grassi Omega-3 possono abbassare i trigliceridi, abbassare leggermente la pressione sanguigna e ridurre la coagulazione del sangue, ictus e il rischio di insufficienza cardiaca e battito cardiaco irregolare. Questi benefici sono confermati dalle ultime ricerche scientifiche.

Mangiare almeno una o due porzioni di pesce a settimana, in particolare quelli ricchi di acidi grassi omega-3, può ridurre il rischio di malattie cardiache, inclusa la morte cardiaca improvvisa.

Perché mangiare pesce aiuta il tuo cuore

Se sei preoccupato per le malattie cardiache, mangiare da due a tre porzioni di pesce a settimana potrebbe ridurre il rischio di avere un infarto, come suggerisce un post di Phytotherapy.

Per molti anni, l’American Heart Association ha raccomandato alle persone di mangiare pesce ricco di acidi grassi omega-3 almeno due volte a settimana.

Alcune persone temono che il mercurio o altri inquinanti nei pesci possano superare i benefici per la salute del cuore. Tuttavia, quando si tratta di un cuore più sano, i benefici del consumo di pesce spesso superano i potenziali rischi di esposizione a contaminanti.

Quali pesci sono ricchi di omega-3?

I vantaggi di mangiare il salmone.
Salmone, sgombro, aringa e altre varietà di pesce sono importanti fonti di acidi grassi omega-3. Mangialo almeno due volte a settimana.

Logicamente, i pesci grassi o grassi hanno il più alto contenuto di omega-3 (mg percentuale). Tra i più ricchi ci sono:

  • Sgombro : tra 2,5 e 5 mg per 100 g.
  • Aringa : tra 1,6 e 4,3 mg per 100 g.
  • Salmone : tra 1,5 e 3 mg per 100 g
  • Caviale : tra 1,8 e 2,4 mg per 100 g.
  • Sugarello : tra 1,5 e 2,8 mg per 100 g.
  • Sardina : tra 1,3 e 1,8 mg per 100 g.
  • Tonno : tra 0,5 e 1 mg per 100 g.

Tra i pesci bianchi come sogliola, nasello, trota o altri, il contenuto di omega-3 non raggiunge l’1%. Se vuoi dare la priorità all’assunzione di questo tipo di grasso salutare per il cuore, considera il pesce con il maggior numero di omega-3 che aiutano a prevenire le malattie.

Quanto pesce dovresti mangiare?

  • Per gli adulti, si consiglia di mangiare almeno due porzioni di pesce ricco di omega-3 a settimana. La dimensione della porzione è di 100 g.
  • Anche le donne incinte e i bambini piccoli dovrebbero consumare 2-3 porzioni a settimana. Tuttavia, queste persone dovrebbero evitare di mangiare pesci di grandi dimensioni: lucci, cernie, spinaro, ecc. E, preferibilmente, scegliete pesci piccoli che devono essere anche ben cotti. Queste precauzioni dovrebbero essere prese poiché queste popolazioni sono le più sensibili ai potenziali effetti delle tossine nei pesci.

Oltre al pesce, quali altri cibi ricchi di omega-3 potresti mangiare?

  • Frutta a guscio e semi : come semi di lino, semi di chia e noci nere.
  • Oli vegetali : come olio di semi di lino, olio di soia e olio di canola.
  • Olio d’oliva : lo chiamiamo a parte perché la sua presenza nella dieta mediterranea è molto più importante. Per 100 grammi, 8,3 sono omega-3.
  • Alimenti fortificati : come alcune marche di uova, yogurt, succhi di frutta, latte, bevande a base di soia (soia).

Introdurre gli omega-3 nella dieta

Infine, oltre al pesce ricco di omega-3, puoi trovare questo integratore alimentare anche sotto forma di olio di pesce, olio di krill, olio di fegato di merluzzo e olio di alghe (una fonte vegetariana dalle alghe). Questi forniscono una vasta gamma di dosi e forme di omega-3.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button