Perdere Peso Controllando La Quantità Di Cibo

Quando non abbiamo più fame ma possiamo continuare a mangiare, è consigliabile bere un infuso per calmare questa sensazione. In questo modo riusciremo a non mangiare di più.

Tutti abbiamo sentito dire che per dimagrire bisogna mangiare di meno e quindi ridurre le quantità.

Tuttavia, è importante sapere come mangiare in piccole quantità e in modo equilibrato per dimagrire perché altrimenti potremmo avere carenze nutrizionali o aumentare di peso in poco tempo.

In questo articolo ti diamo consigli fondamentali per imparare a mangiare in modo sensato, controllarne le quantità e raggiungere il peso ideale senza fatica o sacrificio.

Lo stomaco si adatta alle quantità

Lo stomaco ha una virtù meravigliosa: si adatta rapidamente alla quantità di cibo che ingeriamo.

Infatti, se ci abituiamo a mangiare ad orari più o meno fissi, con il passare del tempo il corpo ci chiederà le stesse quantità in questi orari specifici.

Questa caratteristica può facilitare il nostro obiettivo in larga misura.

Tuttavia, è fondamentale fornire all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno perché altrimenti potrebbe reagire negativamente e prevenire la perdita di peso.

dimagrire e ridurre le quantità

Come ridurre le quantità

Per iniziare ad adattare il nostro stomaco alle quantità che vogliamo mangiare, dobbiamo seguire questi consigli: 

  • Evita di passare più di 4 o 5 ore senza mangiare. È importante non ingerire il cibo prima di aver effettuato tutta la digestione, ma è anche fondamentale non digiunare troppo a lungo perché ci incoraggia a mangiare di più al pasto successivo.
  • Tra i pasti, puoi mangiare frutta fresca, yogurt o qualcosa a base di cereali integrali.
    Sono cibi molto sazianti che, con una piccola quantità, ci forniscono molti nutrienti.
  • Oltre ai pasti, dobbiamo abituarci a bere molta acqua o tisane, perché spesso confondiamo la sete con la fame, che ci porta a mangiare senza avere fame.

Quando scompare la fame?

Alcuni studi dimostrano che la vera fame non dura più di 15 o 20 minuti.

Pertanto, le persone che mangiano lentamente e masticano bene il cibo hanno il grande vantaggio di essere sazi prima di quelle che mangiano in modo rapido e impulsivo.

Puoi provare a fare il test, prendendoti abbastanza tempo e masticando ogni alimento fino a renderlo quasi liquido.

Migliorerà anche l’intero processo digestivo e ti permetterà di mangiare di meno senza soffrire la fame.

Fame emotiva e quantità

Perché la maggior parte delle persone che mangiano troppo hanno bisogno di riempirsi lo stomaco per sentirsi soddisfatte?

Spesso confondiamo il bisogno di mangiare per soddisfare la fame con la sensazione di sazietà che si prova quando si mangia molto.

In molti casi, questo bisogno è legato a carenze emotive, stati di tristezza e malinconia o periodi di stress ed esaurimento.

Il corpo cerca di riempire i vuoti emotivi e ottenere energia in questo modo.

Tuttavia, se non riprendiamo il controllo sulle quantità, gli effetti tendono ad essere più negativi, perché mangiamo cibi dannosi, ostacoliamo la digestione. Inoltre, abbiamo il rimorso che aumenta il senso di colpa.

donna affamata

La chiave è l’80%

Dobbiamo imparare a trovare soddisfazione nel riuscire a finire di mangiare quando non abbiamo più fame ma potremmo mangiare un po’ di più.

Bisogna saper cogliere questo momento in cui si tende a mangiare meno di quello che ci fa comodo, che sia un secondo piatto del secondo o un dolce.

Per avere un’idea, dovremmo riempire fino all’80% della nostra capacità.

I primi giorni sarà difficile fermarsi in questo momento se non ci siamo abituati.

Una soluzione efficace può essere usare un infuso digestivo per calmare questa sensazione di vuoto.

In pochi minuti noterai che la fame scompare e con il passare del tempo lo farai in modo naturale.

Inoltre, riempire fino all’80% ha un altro vantaggio. Non sovraccarica l’apparato digerente e non abbiamo bisogno di un lungo riposo per recuperare le energie. Questo è spesso il caso quando mangiamo più del necessario o cibi troppo pesanti.

In questo modo ci sentiremo attivi e in grado di svolgere qualsiasi attività poco dopo aver mangiato.

La sera, invece, il nostro fegato funzionerà molto meglio. Potremo riposare più facilmente e svegliarci con vitalità e buonumore.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button