Enzimi Alimentari: A Cosa Servono?

Gli enzimi presenti nel kiwi migliorano la digestione e prevengono la stitichezza e la formazione di flatulenza. Quali sono gli altri enzimi? A cosa servono ? Rispondiamo a queste domande qui.

Gli enzimi alimentari sono proteine ​​che generalmente hanno una funzione digestiva. In generale, questi enzimi servono a potenziare i processi di scomposizione e assorbimento dei nutrienti. Questo è il motivo per cui alcuni alimenti ricchi di enzimi sono consigliati per la stitichezza. Questi alimenti aiutano a ridurre i sintomi associati a questo processo.

Gli enzimi alimentari possono anche fungere da mediatori in alcune reazioni chimiche e fisiologiche. Alcuni enzimi hanno quindi proprietà antinfiammatorie e persino antiossidanti.

Cos’altro dovresti sapere sugli enzimi alimentari? Spieghiamo tutto ciò che devi sapere sull’argomento nel resto di questo articolo.

Enzimi proteolitici

Alcuni enzimi come, ad esempio, l’actinidina presente solo nei kiwi, possono intervenire nella decomposizione proteica migliorando l’assorbimento degli aminoacidi. La loro funzione è fondamentalmente digestiva, come spiega questo articolo pubblicato sulla rivista Food Function .

Nella letteratura scientifica troviamo anche prove che associano il consumo di questo enzima ad una diminuzione della stitichezza. Alcuni studi condotti sugli esseri umani, come questo studio pubblicato su Asia Pacific Journl of Clinical Nutrition , mostrano che mangiare kiwi può ridurre i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile, gas, gonfiore e dolore addominale.

L’ananas è un altro alimento contenente un enzima proteolitico, la bromelina. Questo enzima è in grado di aumentare la distruzione delle proteine ​​per poi assorbire gli aminoacidi. Questo frutto è noto anche per le sue proprietà diuretiche e digestive, motivo per cui se ne consiglia il consumo dopo un pasto abbondante: l’ananas aiuta a ridurre gonfiore e flatulenza.

Il succo di kiwi contiene enzimi

Enzimi antinfiammatori

La papaina presente nella papaia è un enzima dal forte potere antinfiammatorio. Si trova, inoltre, in varie preparazioni orali per il suo forte potere antimicrobico. Secondo questo studio, pubblicato sul  Brazilian Dental Journal , questo enzima può essere efficace contro diversi tipi di carie, poiché è in grado di modulare la risposta immunologica e l’infiammazione.

Inoltre, secondo un articolo pubblicato sulla rivista Nutrients , il consumo regolare di papaia potrebbe anche aiutare a prevenire l’obesità e altri disturbi metabolici. Ciò sarebbe dovuto principalmente alle sue proprietà antiossidanti, antiipertensive e ipoglicemizzanti. Ma non si sa ancora esattamente se queste proprietà derivino dalla papaina o dal resto dei nutrienti presenti in questo frutto esotico.

Enzimi integratori alimentari

Al giorno d’oggi, gli studi dimostrano che l’assunzione di integratori alimentari contenenti enzimi può fornire benefici per la salute. Alcuni preparati proteici contengono queste sostanze. Sembrerebbe che tali integratori alimentari aiutino a ridurre il disagio gastrico o intestinale associato al consumo di una grande dose di proteine. Gli enzimi aiuterebbero anche a ridurre la flatulenza, un vantaggio davvero importante.

L’industria degli integratori sportivi sta testando sostanze con diverse strutture chimiche per migliorare questi processi a livello di assorbimento dei nutrienti. I risultati ottenuti riguardo alla digeribilità delle proteine ​​del siero di latte sono stati sufficientemente positivi da includere gli enzimi in prodotti proteici di alta qualità.

Enzimi integratori alimentari

Ci sono ancora molti punti da studiare sull’argomento.

Potrebbe essere che gli enzimi abbiano molte altre funzioni oltre a quelle conosciute. I ricercatori stanno studiando gli effetti degli enzimi durante i processi allergici e persino la loro connessione con l’insorgenza di alcune malattie.

Sono stati descritti diversi modelli  in vitro . Tuttavia, non ci sono ancora prove umane per dimostrare questi risultati. Questi modelli costituiscono quindi un campo di studio per i prossimi anni che dipenderà dalla conoscenza della fisiologia.

Al momento possiamo consigliare alcuni alimenti per alleviare la digestione pesante, come l’ananas o il kiwi. Sappiamo che questi alimenti hanno proprietà antinfiammatorie o antiossidanti. Tuttavia, non è ancora possibile affermare senza ombra di dubbio che queste proprietà siano dovute alla presenza di enzimi in questi alimenti e non alla presenza di flavonoidi.

Ad ogni modo, come conclusione, è bene tenere presente che gli enzimi citati si trovano nei prodotti alimentari di origine vegetale. Questo è un motivo in più per preferire questi prodotti ai prodotti trasformati che sono così comuni nella vita di tutti i giorni.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button