Ectoparassiti: Acari, Pulci E Altri

La maggior parte degli ectoparassiti provoca prurito e arrossamento della pelle. Alcuni di loro possono agire come portatori di malattie gravi, come il tifo.

Tutti abbiamo sentito parlare di parassiti. Sono organismi che vivono all’interno o sulla superficie di un altro essere vivente, ottenendo determinati benefici a costo di causare problemi all’essere di cui si avvantaggiano. Gli ectoparassiti, in particolare, sono quelli che vivono sulla superficie esterna degli altri.

Questi tipi di esseri spesso producono malattie chiamate parassitosi. Sono comuni negli animali e nell’uomo. Nel nostro caso, questo tipo di patologia tende a comparire in estate e causare danni alla pelle.

Alcuni ectoparassiti possono essere la via di trasmissione di gravi infezioni sistemiche con conseguenze disastrose. Inoltre, la loro eradicazione non è così facile. Ecco perché in questo articolo spieghiamo i fatti più importanti sugli ectoparassiti, con particolare attenzione agli acari e alle pulci.

Quali sono gli ectoparassiti più comuni?

Gli ectoparassiti sono piccoli organismi che vivono a spese di altri esseri viventi. Nel caso dell’uomo, questo grande gruppo comprende tutta una serie di diversi artropodi.

Tipicamente, questo tipo di essere aderisce alla superficie della pelle e vi rimane per un periodo di tempo che può durare quanto desidera l’organismo. Possono persino penetrare nella pelle, alloggiando negli strati più profondi del derma. Una volta dentro, i sintomi sono prurito e persino reazioni allergiche.

Sebbene gli artropodi succhiatori di sangue siano inclusi negli ectoparassiti, è più facile separarli in due gruppi diversi. Gli artropodi succhiasangue sono quegli insetti, come le zanzare, che si nutrono del sangue degli esseri umani. Il loro comportamento è diverso e anche le malattie che trasmettono.

Il problema più grande con tutti gli ectoparassiti, e in particolare gli artropodi succhiasangue, è che possono agire come vettori. In altre parole, sono portatori di patologie come la malaria o il tifo.

Una puntura di zanzara.
Le zanzare sono ematofaghe, ma non le includiamo nella categoria degli ectoparassiti, a causa del loro comportamento differenziale.

scabbia

La scabbia è una delle parassitosi più comuni e conosciute. È causato da un tipo di acaro chiamato Sarcoptes scabiei . Le infezioni di solito si presentano sotto forma di epidemie, poiché questo acaro si trasmette molto facilmente da persona a persona.

Inoltre, può indugiare sui vestiti o sulla biancheria da letto, quindi è spesso difficile da sradicare. Questo ectoparassita scava piccoli tunnel nella pelle. Produce caratteristiche lesioni pruriginose ed è predominante di notte.

La diagnosi della scabbia di solito non è una grande sfida, ma a volte è necessaria una tecnica microscopica per rilevare il parassita. Tuttavia, i medici di solito trovano le lesioni a prima vista.

Acari

Gli acari costituiscono un gruppo importante all’interno degli ectoparassiti. Abbiamo appena menzionato un particolare tipo di acaro, quello che produce la scabbia. Tuttavia, quando la maggior parte delle persone parla di acari della polvere, di solito intende quelli che causano l’allergia.

In questo caso, la famiglia dei parassiti è chiamata Dermatophagoides pteronyssinus . È una specie che vive abitualmente nella polvere presente nei mobili di qualsiasi casa. È un artropode molto piccolo che in realtà è innocuo per l’uomo.

L’unico effetto negativo che provoca è un’allergia, che è la causa più comune di reazioni dopo il polline. L’origine è negli acari morti o nei loro escrementi, che formano una polvere finissima facilmente inalabile.

pulci

Un salto intelligente.
Gli ectoparassiti come le pulci si trovano principalmente negli animali.

Le pulci sono piccoli ectoparassiti che, da adulti, si nutrono di sangue. È molto comune trovarli nei cani e nei gatti, soprattutto in chi vive per strada o in campagna.

Possono fungere da vettori per molte malattie. I più importanti sono il tifo e la peste bubbonica. Tuttavia, quelli presenti nei cani e nei gatti spesso ne trasmettono altri, come le tenie. Inoltre, il loro morso genera prurito e arrossamento della pelle.

Attenzione agli ectoparassiti!

La linea di fondo è che gli ectoparassiti includono una gamma molto ampia di organismi. È importante tenere conto del fatto che, se abbiamo animali in casa, la sverminazione è una procedura essenziale per garantire la loro salute e la nostra.

Se hai prurito, prurito, allergie cutanee o segni di piccole lesioni sull’epidermide, dovresti consultare un medico. Molti ectoparassiti vengono rilevati alla prima visita dal medico e il trattamento può essere messo in atto immediatamente.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button