Donazione Di Midollo Osseo: Che Cos’è?

Molte persone nel mondo soffrono di gravi malattie per le quali l’unica soluzione è il trapianto di midollo osseo. In questo articolo, ti diremo come le persone sane possono aiutare con la donazione di midollo osseo.

La donazione di midollo osseo appare come un’azione umanitaria che facilita il trapianto di midollo osseo. Le persone sane possono aiutare i pazienti con gravi patologie che portano alla morte.

Le malattie che più frequentemente traggono beneficio da un trapianto di midollo osseo, tra le altre, sono:

  • Leucemia
  • Anemia aplastica
  • Linfoma
  • Mieloma

Cos’è il midollo osseo?

Il midollo osseo è un tessuto del corpo umano responsabile della produzione di cellule del sangue e parte del sistema immunitario. Nel midollo osseo ci sono le cosiddette cellule staminali. Il nome scientifico più specifico per queste cellule è “progenitori ematopoietici”. Ciò è dovuto alla loro capacità di dare origine a cellule del sangue:

  • Globuli rossi o globuli rossi
  • Globuli bianchi o leucociti
  • Piastrine o trombociti

Le malattie del midollo osseo sono quelle in cui la capacità del tessuto di produrre queste cellule in modo efficiente è compromessa. O a causa di produzione eccessiva, insufficiente o anormale.

Per molte di queste malattie, la soluzione sta in un trapianto di midollo osseo. Ed è qui che la donazione di midollo osseo gioca un ruolo importante.

trapianto di midollo osseo

Un trapianto di midollo osseo comporta fondamentalmente la sostituzione del tessuto del midollo osseo malato – che si trova all’interno delle ossa – con tessuto sano. È anche noto come trapianto di cellule staminali perché sono queste cellule che vengono principalmente trapiantate.

Ma non è possibile per tutti i malati ricevere tessuto di midollo osseo da un qualsiasi donatore. La compatibilità è essenziale per il successo e per evitare complicazioni più gravi in ​​seguito. Per questo si parla di donatori compatibili e non compatibili.

La corrispondente donazione di midollo osseo è determinata dall’antigene leucocitario umano (HLA). L’HLA è un gruppo di proteine ​​in varie cellule, in particolare i globuli bianchi. È un sistema di riconoscimento che il corpo umano usa per determinare cosa è proprio e cosa è estraneo.

Ogni persona ha il proprio sistema HLA. Questa particolare identità aiuta il sistema immunitario a difendere il corpo dall’esterno che può farlo ammalare. Naturalmente, l’HLA da solo non sarà in grado di distinguere tra un batterio, ad esempio, e il tessuto del midollo osseo del donatore.

Se l’HLA tra due individui è abbastanza simile, il trapianto di midollo osseo sarà infine accettato dal ricevente. In caso contrario, il corpo ricevente rifiuterà il tessuto esterno. Gran parte del successo dell’operazione risiede nel grado di compatibilità HLA tra donatore e ricevente.

Donazione di midollo osseo.
In alcune malattie gravi, l’unica soluzione è un trapianto di midollo osseo. Tuttavia, il successo del trapianto dipende fortemente dalla compatibilità.

Come viene eseguita la donazione di midollo osseo?

Quando una persona decide di essere un donatore di midollo osseo, molto probabilmente sperimenterà la raccolta di cellule staminali del sangue periferico (GCSSP).

In primo luogo, cinque giorni prima della donazione effettiva, il donatore riceverà un’iniezione giornaliera di fattore stimolante le colonie di granulociti (G-CSF). L’iniezione richiede circa cinque minuti per essere somministrata e sposta le cellule staminali dal midollo osseo nel sangue circolante.

Dopo che la stimolazione con iniettabili è completa, il tessuto donato deve essere finalmente rimosso. Per fare ciò, viene posizionato un ago in ciascun braccio. Uno degli aghi aspira il sangue per fluire attraverso una macchina che raccoglierà le cellule staminali, mentre il sangue ritorna al corpo attraverso l’altro ago.

L’estrazione dura circa tre ore in totale e potrebbe essere necessario ripetere il giorno successivo. Di conseguenza, possono verificarsi alcuni effetti collaterali minori nel donatore, come mal di testa e dolore alle ossa.

Meno comunemente, potrebbe essere necessario prelevare il tessuto direttamente dall’osso. Questo tipo di donazione di midollo osseo non è indicato di routine. I professionisti decideranno se l’uno o l’altro è appropriato per ogni caso. Questa tecnica è più complessa ed è considerata un intervento chirurgico.

I donatori sottoposti a prelievo diretto di midollo osseo dovrebbero riposare circa una settimana dopo la procedura. Gli effetti collaterali sono più intensi e più duraturi.

Donazione di midollo osseo in un paziente.
La donazione di midollo osseo viene effettuata dai centri di emoterapia.

Termini di donazione

In generale, per essere un donatore idoneo, devono essere soddisfatti una serie di requisiti:

  • Età compresa tra i diciotto e i cinquantacinque anni.
  • Quindi, pesa più di cinquanta chili.
  • Non avere una malattia che possa essere trasmessa al destinatario della donazione.
  • Infine, devi essere in buona salute abbastanza da non mettere in pericolo la tua vita facendo una donazione.

Il primo passo è firmare prima il consenso informato accettando la donazione. Una volta firmato, verrà prelevato un campione di sangue dal potenziale donatore per analizzare l’HLA e caricare queste informazioni in un database.

Quando sarà il momento, se è necessaria una donazione efficace perché c’è un destinatario compatibile, il campione verrà prelevato in un centro di emoterapia.

Tuttavia, ogni paese e ogni regione ha il proprio sistema di registrazione delle donazioni di midollo osseo. Puoi consultare i centri sanitari più vicini a te per saperne di più sull’organizzazione del sistema nella zona in cui vivi.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button