Come Trattare L’apnea Notturna?

L’apnea notturna è un disturbo che colpisce la nostra respirazione quando dormiamo. Le persone che ne soffrono sperimentano una sorta di “respirazione artificiale” o una cessazione dell’inalazione dell’aria in determinati orari durante la notte. Queste interruzioni possono durare fino a 20 secondi!

Le caratteristiche dell’apnea notturna

L’apnea notturna ti impedisce di dormire bene. Interferisce anche con il ritmo naturale del sonno. Conseguenza: la persona potrebbe avere il sonno leggero o non riuscire a dormire sonni tranquilli. Il suo corpo non può quindi beneficiare di un buon recupero, soprattutto dopo una dura giornata di lavoro!

Le conseguenze negative dell’apnea notturna sono numerose, come diminuzione dell’energia, ridotta produttività e prontezza mentale, lentezza dei riflessi, ecc.

Questi disturbi non sono trattati allo stesso modo della sonnolenza o dell’insonnia. Possono anche causare problemi di salute più gravi se non vengono curati in tempo: problemi cardiaci, obesità, ipertensione o persino diabete. Ma il giusto trattamento può risolvere questo problema e guarire il tuo sonno!

Sintomi

  • Pause durante la respirazione
  • Russare abbastanza forte
  • Asfissia
  • Ansimando
  • Sonnolenza durante il giorno
  • Turbolenza durante il sonno
  • Sensazione di mancanza d’aria al risveglio
  • Svegliarsi con la gola secca o irritata
  • Mal di testa al risveglio
  • Irritabilità
  • Incapacità di concentrazione
  • sbalzi d’umore
  • Depressione
  • Posizioni insolite durante il sonno
  • Incubi
  • Tendenza a respirare di più attraverso la bocca
  • Eccessiva sudorazione notturna
  • Perdita della dieta sul lavoro o altrove.

apnea 2

Le cause che causano l’apnea notturna sono numerose e possiamo distinguere anche 3 tipi di apnea:

  • Apnea ostruttiva del sonno:  si verifica per un restringimento delle vie aeree durante l’inalazione a causa di uno squilibrio muscolare della gola. Ciò provoca brevi pause durante l’inalazione dell’aria, riducendo la quantità di ossigeno che raggiunge il sangue. Quando ciò accade, la persona interessata si sveglia istantaneamente, poiché il cervello rileva un’incapacità di respirare, costringendo così il corpo a sollevarsi per aprire le vie aeree. È possibile che questo episodio si ripeta più volte durante ogni notte. Ne può derivare una sensazione di affaticamento o una sensazione di soffocamento.
  • Apnea centrale del sonno: è la meno frequente, ma è meglio segnalarla. Questo tipo di apnea si verifica quando il cervello non comunica correttamente con i muscoli responsabili della respirazione. La persona sofferente incontrerà quindi problemi a conciliare il sonno. Questo tipo di apnea è particolarmente comune nelle persone con malattie cardiache.
  • Apnee notturne complete: si manifesta dopo un’ostruzione delle vie aeree dovuta a vari fattori e fallimenti nella funzione dei muscoli coinvolti. Tra queste cause possiamo citare il tabacco, l’obesità, l’alcol, l’ostruzione del naso o una storia familiare.

Trattamenti naturali per l’apnea notturna

Questi suggerimenti possono aiutarti ad affrontare questo problema in modo che il tuo sistema respiratorio sia in condizioni migliori, soprattutto per evitare di russare di notte:

  • Perdere peso: questo potrebbe aiutare ad alleviare lo stress alla gola. Dovresti cercare di mantenere il tuo peso ideale seguendo una dieta sana ed equilibrata.
  • Esercizio fisico: 30 minuti di attività fisica al giorno, come camminare, aiutano a combattere l’apnea ostruttiva del sonno.
  • Evita alcune droghe e alcol: tranquillanti, sonniferi o antistaminici sono dannosi in questo caso. Proprio come l’alcol, perché aiuta a rilassare i muscoli della schiena della gola. Ciò provoca interferenze con la respirazione.
  • Dormire a pancia in giù o su un fianco: non dormire sulla schiena. Ciò potrebbe causare la pressione della lingua o del palato molle contro la gola e bloccare le vie aeree. Alcuni consigliano addirittura di cucire sulla schiena una pallina da tennis o un altro oggetto per evitare di girare durante la notte!

 apnea

  • Tenere aperte le cavità nasali di notte: utilizzare uno spray nasale salino. L’idea è quella di lasciare il naso “disponibile” per ricevere l’aria necessaria. Si consiglia inoltre di evitare l’uso di decongestionanti o antistaminici.
  • Evita il consumo di caffeina o i pasti pesanti: la caffeina interferisce con il normale ritmo del sonno, così come i pasti pesanti. Ecco perché sarebbe meglio andare a letto una o due ore dopo cena.
  • Rispettare gli orari del sonno: cercare di alzarsi e andare a letto sempre alla stessa ora, poiché queste abitudini permetterebbero al corpo di essere programmato per dormire a sufficienza ogni notte e quindi ridurre gli episodi di apnea.
  • Praticare yoga: questo esercizio si basa su una respirazione più consapevole e in grado di aprire meglio le cavità nasali e le vie respiratorie. Se lo pratichi regolarmente, questo esercizio può aiutarti a controllare la respirazione e quindi a garantire il passaggio dell’aria, sia all’interno che all’esterno del corpo.
  • Mangiare aglio: questo rimedio ti aiuterà ad alleviare la dilatazione delle tonsille o l’infiammazione dell’apparato respiratorio. Ti permetterà anche di respirare ed espirare in modo più naturale. Prepara una pasta all’aglio e prendila prima di dormire, oppure aggiungi più aglio ai tuoi pasti!

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button