Come Fai A Sapere Se Un Uovo è Ancora Fresco?

Mangiare un uovo non fresco può mettere in pericolo la nostra salute. Quindi è essenziale conoscere i segni che possono indicare che la sua data di consumo è trascorsa.

Il consumo mondiale di uova pro capite è di almeno 300 unità all’anno. Parliamo quindi qui di una delle proteine ​​più consumate. È quindi importante saper riconoscere un uovo che non è più fresco.

Quasi tutti mangiano uova in grandi quantità. Ma sai distinguere tra un uovo fresco e un uovo che forse non dovresti mangiare?

Infatti, a volte in una confezione da 12 o 24 uova, ce ne sono 3 o 4 che sono “obsolete”.

In questo articolo, ti diremo che aspetto ha un uovo che non è più fresco e altre informazioni interessanti.

L’aspetto della conchiglia è fondamentale

Il guscio è proprio ciò che protegge il contenuto di questa proteina nutriente dalla contaminazione esterna.

Esistono infatti microbi che, in determinate condizioni ambientali, possono penetrare attraverso il guscio. E poi proliferare all’interno dell’uovo.

È quindi fondamentale controllare nel dettaglio l’aspetto, la composizione e la consistenza della conchiglia.

  • Un segno di qualità è la sua durezza e anche l’assenza di macchie.
  • Se si osserva un piccolo foro o una rottura, meglio non comprarlo o non consumarlo.
  • I gusci morbidi sono inclini a far entrare contaminanti, non importa quanto piccoli. Questi poi accelerano la decomposizione della sostanza interna.

calaze e albume d’uovo

La condizione delle calaze è un indicatore che ci permette di sapere esattamente se un uovo è fresco o meno al momento della cottura. Si tratta di formazioni morbide e biancastre che fissano il tuorlo al centro del guscio.

Se rompi un uovo e scopri che questa parte è in uno stato intero, pieno e chiaramente visibile, allora è un uovo abbastanza fresco.

Più calaze, più fresco è l’uovo.

È anche essenziale osservare il bianco. Se si disperde facilmente, significa che il prodotto non è nelle migliori condizioni.

Tuttavia, il problema con questi indicatori è che devi rompere la shell per verificarli. Ovviamente i consumatori preferiscono cercare di individuare uova meno fresche quando sono ancora intere.

Il tuorlo dice molto anche sulla qualità dell’uovo

Un altro elemento da considerare è il giallo. Non dovrebbe sembrare allentato e dovrebbe essere attaccato al resto del bianco. Quando si sposta l’uovo, il tuorlo deve rimanere sempre attaccato all’albume.

Se vedi che si stacca al minimo movimento, hai a che fare con un uovo non fresco. Inoltre, il tuorlo dovrebbe apparire abbastanza brillante, compatto e intero.

È importante notare che qualsiasi anomalia percettibile nel tuorlo o nell’albume è indicativa di contaminazione, di decomposizione. O almeno una mancanza di freschezza in questo prodotto di consumo quotidiano.

Altri segni che l’uovo non è fresco

Una persona che rompe un uovo fresco.

L’odore è forse il sintomo più significativo che indica che un uovo non è fresco. Se un uovo emette un odore di putrefazione, la cosa giusta da fare è buttarlo via perché è in fase di decomposizione.

La prova del bicchiere d’acqua

Per eseguire questo test, abbiamo solo bisogno di un bicchiere di medie dimensioni. Quello che dobbiamo fare è riempirlo d’acqua, senza andare al bordo.

Quindi mettiamo l’uovo nel bicchiere. La procedura è semplice:

  • Se affonda, significa che è ancora fresco.
  • Altrimenti, se galleggia nel bicchiere, è sintomo di un uovo non fresco. Potrebbe anche essere in cattive condizioni. In questa fase, consumarlo può nuocere alla salute del consumatore.

Quali danni possono causare le uova in cattive condizioni al corpo umano?

Danni da un uovo malsano.

Nell’agosto 2017 nei Paesi Bassi è scoppiato un grande scandalo sulle uova.

Era dovuto alla contaminazione di un gran numero di polli e uova da un insetticida chiamato fipronil. Anche se questo problema alimentare non ha colpito la Francia o altri paesi, i consumatori europei restano in allerta.

La salmonella è il rischio peggiore per l’uomo quando si consumano le uova. Questa infezione è causata da un agente patogeno molto pericoloso, che è particolarmente facile da penetrare nel guscio e riprodursi nel tuorlo.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button