Cinque Cure Per La Rinite Allergica

Oltre a consumare rimedi naturali per combattere le allergie, è anche molto importante evitare i rimedi che contengono istamina, poiché possono aggravare i sintomi.

La rinite allergica o raffreddore da fieno è una malattia infiammatoria cronica della mucosa nasale di cui soffre dal 15 al 20% della popolazione, e che deriva da una reazione allergica a determinati elementi come polline delle piante, peli di animali , acari domestici, ecc. 

La rinite allergica può essere stagionale, ma alcune persone ce l’hanno anche tutto l’anno. Vi presentiamo quindi gli alimenti e i rimedi naturali che possono combatterla e alleviarne i sintomi!

Sintomi comuni della rinite allergica

La rinite allergica è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • Starnuti ripetitivi.
  • Tosse.
  • Secrezioni fluide.
  • Formicolio nasale.
  • Lacrimazione costante.
  • Congestione oculare.
  • Prurito agli occhi.

Può anche manifestarsi in alcune persone:

  • Mal di testa.
  • Insonnia.
  • Una mancanza di appetito.
  • Irritabilità.
  • Depressione.

Diagnosi e trattamento

Se presentiamo alcuni di questi sintomi, o in una determinata stagione dell’anno o soprattutto durante tutto questo, dovremo consultare un medico in modo che esegua una serie di test che gli consentano di diagnosticare la rinite allergica e sapere quali tipi di sono coinvolti allergeni.

Il trattamento comune consiste nell’assumere antistaminici ed evitare il più possibile il contatto con gli allergeni.

Oltre agli antistaminici, ci sono alimenti e rimedi naturali che ci aiuteranno a combattere la rinite e ad alleviare i suoi sintomi.

liquirizia

La liquirizia ( Glycyrrhiza glabra ) è un arbusto ampiamente utilizzato nella medicina tradizionale cinese e in altre culture per le sue proprietà antinfiammatorie. Il suo effetto è così forte da essere considerato un cortisone naturale.

La radice di liquirizia è particolarmente indicata nel trattamento naturale delle allergie, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie simili a quelle dei glucocorticoidi. Non solo riduce l’infiammazione, ma combatte anche la tosse e facilita l’espettorazione.

Può essere consumato come infuso, estratto, compresse o direttamente succhiandone la radice per estrarne il succo.

Le persone che soffrono di ipertensione o che sono sotto trattamento medico dovrebbero prendere la precauzione di consultare il proprio medico.

rinite allergica e liquirizia

ortica

L’ortica, questa pianta medicinale altamente depurativa che cresce allo stato selvatico, viene utilizzata per bloccare gli effetti dell’istamina sulle persone allergiche ai pollini, riduce la produzione di secrezioni e ne permette anche l’espulsione.

Riduce anche gli attacchi di tosse prodotti principalmente dall’allergia ai pollini e dalla reazione ad altri allergeni.

Può essere preso come un infuso o un estratto. Potete anche preparare la zuppa di ortiche, avendo sempre cura di maneggiare la pianta indossando i guanti.

miele e polline

Il miele contiene piccole quantità di polline e, consumandolo regolarmente, l’organismo è esposto a dosi ridotte dell’allergene a cui si abitua. Pertanto, riduce la reazione allergica durante i periodi in cui l’atmosfera è carica di polline.

Possiamo anche provare a consumare il polline, iniziando prendendo un pellet il primo giorno e prendendone uno in più ogni giorno, per arrivare a prendere un cucchiaino.

Se avverti una reazione, tuttavia, dovresti interrompere immediatamente l’assunzione.

tè verde

Il tè verde ha molte proprietà benefiche per la salute e un basso contenuto di teina, quindi possiamo consumarlo regolarmente.

Dovrebbe essere consumato se è probabile una rinite allergica, perché il tè verde contiene un componente che inibisce la produzione di istamina, che ridurrà la reazione allergica e allevierà i sintomi dell’allergia.

Puoi assumere due o tre tazze al giorno o prenderlo come estratto o compresse.

Tè verde

Curcuma

La curcuma è un’ottima spezia che non deve mancare nella nostra cucina, perché ha molte proprietà: è antiossidante, antitumorale, antinfiammatoria, ecc.

Favorisce il blocco delle immunoglobuline E, prevenendo o riducendo così i sintomi delle allergie.

Può essere utilizzato aggiungendo un cucchiaio di curcuma alle nostre zuppe, piatti cucinati, salse, fritti, ecc. Poiché non ha un gusto forte, può essere aggiunto anche ad alcuni dolci come creme pasticcere, milkshake, ecc.

Puoi preparare una bevanda alla curcuma, mescolata con altre spezie, come segue:

Bollire una bevanda vegetale (riso, avena, ecc.) con curcuma, cannella, anice stellato, scorza di limone o arancia e un po’ di zucchero di canna. È una bevanda deliziosa sia fredda che calda!

Alimenti che contengono istamina

Nella nostra dieta dovremo evitare alcuni alimenti che contengono infatti istamina in grandi quantità e che sono i seguenti:

  • pesce crudo
  • Frutti di mare
  • Formaggi stagionati, in particolare la parte prossima alla crosta
  • Carni e pesce essiccati e affumicati
  • salumi
  • Legumi (soprattutto ceci, soia e suoi derivati).

Dovremo quindi stare molto attenti quando consumiamo questi alimenti e dovremo evitarli il più possibile!

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button