Alta Pressione Sanguigna Durante La Gravidanza: Sintomi E Trattamenti

La pressione sanguigna viene controllata ad ogni visita prenatale per prevenire problemi correlati. Scopri in questo articolo quali sono i sintomi e i possibili trattamenti per l’ipertensione gestazionale.

L’ipertensione in gravidanza viene diagnosticata quando i valori superano i 140/90 mmHg. Ma sai davvero qual è questa patologia? La pressione sanguigna è la forza che il sangue esercita contro le pareti delle arterie. Quando questa forza, per qualche ragione, è troppo alta, si parla di ipertensione.

Se pensi di avere la pressione alta, consulta il tuo medico. Questa condizione deve essere controllata in quanto può comportare rischi per la salute per te e il tuo bambino. Non lasciare che i sintomi ti sfuggano e consulta il tuo medico.

Alta pressione sanguigna durante la gravidanza

controllare la pressione alta durante la gravidanza

Generalmente, l’insorgenza della pressione alta durante la gravidanza nelle donne che non hanno questa condizione si verifica verso la metà e/o la fine della gravidanza. Il più delle volte, l’ipertensione compare dopo 20 settimane. In effetti, è abbastanza comune che le donne in gravidanza soffrano di pressione bassa durante i primi mesi.

In base alle loro caratteristiche, possiamo distinguere tre tipi di ipertensione durante la gravidanza, che ti presenteremo.

1. Ipertensione gestazionale

L’ipertensione non è preesistente ma si sviluppa durante la gravidanza, di solito dopo la 20a settimana di gestazione. Di solito non ha sintomi e tende a scomparire dopo il parto. Tuttavia, ci sono dei rischi:

  • Aumento del rischio di ipertensione in futuro
  • Inizio del parto prematuro
  • Bambino di basso peso alla nascita
  • Sviluppo della preeclampsia

2. Ipertensione cronica

Questo è il nome dato all’ipertensione di cui una donna soffre già prima della gravidanza o che inizia prima della 20a settimana. Questa condizione, come quella sopra descritta, può anche innescare la preeclampsia.

3. Preeclampsia

La preeclampsia è un improvviso aumento della pressione sanguigna che di solito si verifica verso la fine della gravidanza, durante l’ultimo trimestre. Questa condizione può causare danni al fegato, ai reni e ad altri organi.

Può anche mettere in pericolo la vita della madre e del bambino. Per questo motivo, controllare la pressione sanguigna e impedirne l’aumento è estremamente importante.

Sintomi di ipertensione durante la gravidanza

L’ipertensione durante la gravidanza non sempre causa sintomi. Quando lo fa, di solito è mal di testa, principalmente al collo, visione offuscata e sensibilità alla luce, gonfiore alle estremità del corpo e forte dolore alla gola e all’addome, dovuto all’aumento della pressione.

Come abbiamo già visto, l’aumento della pressione può essere pericoloso per la vita della madre e del bambino. Questo è il motivo per cui la gestione della tensione è una parte importante dell’assistenza prenatale. Vedrai che ad ogni visita dal medico, lo controllerà.

Per quanto riguarda i sintomi della preeclampsia, ecco i principali:

  • Presenza di proteine ​​in eccesso nelle urine.
  • Mal di testa molto intenso.
  • Alterazioni della vista: visione offuscata o addirittura perdita della vista.
  • Nausea o vomito.
  • Fiato corto.
  • Basso livello di piastrine nel sangue.
  • Presenza di edema, principalmente al viso e alle mani.
  • Aumento di peso improvviso.
  • Dolore nella parte superiore dell’addome, sotto le costole e sul lato destro.

Se hai questi sintomi, i medici eseguiranno una serie di test per determinare se è presente la pre-eclampsia e agiranno di conseguenza per proteggere te e il tuo bambino.

Il trattamento della pressione alta

farmaci per la pressione alta

Il trattamento dell’ipertensione durante la gravidanza dipende dalle condizioni mediche e dall’anamnesi della donna, nonché dallo stato generale della gestazione. Il medico determinerà il corso da seguire sulla base di una valutazione personalizzata della situazione.

Lo specialista può prescrivere farmaci per regolare la pressione sanguigna sicuri e compatibili con la gravidanza. Prenda il medicinale secondo le istruzioni del medico, non interrompa l’assunzione o non modifichi le dosi.

Il medico, invece, potrebbe consigliarti di bere molti liquidi (circa 3 litri al giorno) e di mantenere una dieta equilibrata con un basso apporto di sale e cibi trasformati, come dolci, affettati e fritti. , inoltre per ingiungerti di riposarti.

Casi più gravi di ipertensione possono richiedere il ricovero in ospedale per monitorare la donna incinta e il bambino e prevenire il possibile sviluppo di pre-eclampsia.

Per evitare un aumento della pressione sanguigna durante la gravidanza, si consiglia di fare esercizio fisico regolarmente (camminata, yoga per donne in gravidanza o acquagym, ad esempio), bere abbastanza acqua, evitare il caffè e ridurre al minimo l’assunzione di sale.

Se hai dei dubbi in merito, chiedi al tuo medico tutte le tue domande al tuo prossimo esame prenatale. Saprà meglio di chiunque altro come risponderti adattando le informazioni che ti fornisce alla tua storia medica personale e alle tue particolari condizioni fisiche.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button