14 Passi Per Un’amputazione Sopracondiloidea

L’obiettivo principale di un’amputazione sopracondiloidea è quello di ottenere un moncone che guarisca e non abbia complicazioni. Il paziente potrà così tornare ad una vita quasi normale il prima possibile e con la migliore qualità di vita possibile.

L’amputazione sopracondilare è  un intervento chirurgico per tagliare un arto inferiore sopra il condilo. Tra il 50 e il 65% delle amputazioni non traumatiche di questo tipo corrisponde a una complicanza del diabete.

Il fatto stesso di dover ricorrere ad un’amputazione sopracondilare implica il fallimento del precedente trattamento del problema, qualunque esso sia. Ciò richiede un processo di accettazione e la formulazione di un obiettivo chiaro per il paziente:  tutelare la sua salute e garantirgli la migliore qualità di vita possibile.

L’obiettivo è quindi quello di ottenere un  moncone ben guarito e stabile al quale una protesi possa essere adattata il prima possibile. L’obiettivo finale è che il paziente torni a una vita normale il prima possibile.

Principi generali

ginocchio

Generalmente, le amputazioni si dividono in due categorie: minori e maggiori. L’amputazione sopracondiloidea è importante. In effetti, l’arto da amputare è di dimensioni significative. Tuttavia, qualunque sia il suo grado o la sua ubicazione, qualsiasi amputazione è un intervento tecnico complesso  che deve basarsi su alcuni principi fondamentali:

  • Trattamento antibiotico:  è prescritto come misura preventiva o per controllare un’infezione esistente
  • L’emostasi, o controllo dell’emorragia, deve essere molto rigorosa: la comparsa di un ematoma significa la presenza di necrosi o infezione
  • Nessuna tensione ai punti di ancoraggio dei bordi cutanei: per evitarlo è necessario maneggiare con cura i tessuti
  • Ragionevole proporzione tra sezione ossea e cute e lunghezza muscolo-tendinea: evita tensioni e consente una buona copertura ossea
  • Trazione delle vie nervose  per prevenire possibili neuromi – tumore nervoso benigno – sulla cicatrice
  • Lo stesso con la cartilagine articolare e i tendini
  • Assenza di schegge ossee nella ferita o bordi smussati
  • Lavaggio ripetuto della ferita chirurgica con soluzione fisiologica prima della sutura

Indicazioni e controindicazioni

L’amputazione sopracondilare viene eseguita  quando un’amputazione infracondiloidea non è guarita correttamente.  Questo è anche il caso di una contrattura dei muscoli del polpaccio, che include la flessione dell’articolazione del ginocchio.

L’amputazione sopracondilare  provoca la perdita dell’articolazione del ginocchio. Per evitare possibili complicazioni con la protesi che il paziente indosserà, è importante che il moncone abbia una lunghezza adeguata.

Questa operazione non è consigliata  in presenza di cancrena o infezione alla coscia.

Tecnica di amputazione sopracondilare

amputazione sopracondilare

I passaggi da seguire  per eseguire un’amputazione sopracondilare sono i seguenti:

  1. Mettere il paziente in  posizione  supina
  2. Segna l’incisione “bocca di squalo”.
  3. Dividere la pelle  con un bisturi freddo
  4. Seziona l’ipoderma fino all’aponeurosi. È la membrana che copre i muscoli e li collega all’osso. Per questo viene utilizzato un bisturi elettrico. Durante il sezionamento profondo, deve essere lasciato tessuto sufficiente per il moncone
  5. Identificazione, legatura e rispettiva sezione del fascio vascolare femorale e del nervo sciatico. È necessario eseguire un’infiltrazione di anestetico locale
  6. Circonda il femore, abbracciando l’intera circonferenza
  7. Separare i tessuti che sono attaccati al femore.  Usiamo un periotomo per questo.
  8. Eseguire la regolazione del divaricatore Percy per l’amputazione del femore. Ciò consentirà abbastanza tessuto molle per coprire il moncone osseo.
  9. Tagliare l’osso con la sega Gigli. Prendi un angolo di 90° tra le due estremità della sega. Durante questo periodo, l’area deve essere costantemente lavata con soluzione salina
  10. Quindi limare i bordi dell’osso
  11. Applicare la cera per ossa -cera di Horsley-  sul bordo della sezione. Dobbiamo applicare la cera sul bordo e incollarla. Gli avanzi dovrebbero essere scartati
  12. Il moncone viene chiuso con una sutura sintetica in monofilamento di Prolene® non assorbibile. I gruppi muscolari più profondi vengono suturati per primi, in modo da coprire la superficie ossea. Quindi, suturamo l’aponeurosi più superficiale
  13. L’ipoderma viene chiuso con  una sutura sintetica riassorbibile, meglio nota come Vicryl®
  14. Infine, la pelle viene suturata con una sutura in seta, con punti materasso

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button