10 Consigli Per Evitare Periodi Dolorosi

Per avere periodi meno dolorosi e meno disagiati, occorre prestare maggiore attenzione ai prodotti per l’igiene intima utilizzati e migliorare il modo di vivere. Ve ne parleremo di più in questo articolo.

Molte donne spesso provano dolore e disagio durante il ciclo. Oltre ai tipici crampi mestruali, alcune persone avvertono disagi come irritazione dell’area intima, bruciore, prurito e, in alcuni casi, infezione. Fortunatamente, oggi ci sono diversi modi conosciuti per evitare di soffrire di periodi dolorosi.

Sebbene sia importante consultare un medico o un ginecologo quando il dolore è intenso, il più delle volte possiamo ridurlo, o addirittura alleviarlo, adottando determinate abitudini.

Sapevi che potresti non conoscere alcune delle cause di questo disagio? Vogliamo dirti di più e, naturalmente, dirti cosa puoi fare per migliorarlo.

Come non soffrire di periodi dolorosi

Ci sono molti fattori legati ai disagi tipici del periodo mestruale. Alcuni, come l’attività ormonale e la presenza di malattie, non possono essere controllati. Altri invece sono legati alle abitudini e alle cure che abbiamo in questi giorni e, quindi, possiamo fare molto per cercare di alleviarli.

1. Scommetti su prodotti sani per l’igiene intima

Oggi esiste un’ampia varietà di prodotti per l’igiene intima che consentono di affrontare le mestruazioni con più comfort.

Molti prodotti convenzionali, come assorbenti, protezioni e tamponi, sono realizzati in plastica, cotone convenzionale (spruzzato con pesticidi) e sostanze chimiche che non rispettano il microbiota vaginale.

Il grande svantaggio è che queste caratteristiche favoriscono l’accumulo di sudore, batteri e tracce di secrezione che poi generano cattivi odori. Inoltre, provocano anche irritazione, prurito e altri inconvenienti. Anche il contatto frequente con tali sostanze, compreso il glifosato, è considerato un fattore di rischio per malattie come l’endometriosi e l’infertilità.

Per fortuna, contrariamente a tutto questo, troviamo alternative salutari come i prodotti Natracare, realizzati con ingredienti naturali ed eco-compatibili, come cotone biologico, polpa di legno e amido vegetale. Questo marchio offre una gamma completa di assorbenti igienici in cotone biologico, assorbenti giornalieri e tamponi che sono anche traspiranti e privi di profumi o coloranti.

Va segnalato, tra l’altro, che si tratta di una delle linee di prodotti per l’igiene intima con le migliori referenze sul mercato. Chi li ha provati fa notare che il loro utilizzo aiuta ad evitare prurito, bruciore e persino crampi mestruali. Anche se questo è tutto aneddotico, vale la pena dare loro la possibilità di dimostrare questi benefici.

L'utilizzo dei prodotti Natracare in cotone biologico permette di non soffrire di mestruazioni dolorose

2. Non soffrire di periodi dolorosi: assicurati di utilizzare cotone biologico

In seguito a quanto sopra, è importante sottolineare l’importanza dell’utilizzo del cotone biologico. Utilizziamo spesso prodotti convenzionali senza mai sapere di cosa sono fatti. Questo è il motivo per cui spesso non siamo consapevoli della loro connessione con bruciore vaginale, irritazione e altri disagi tipici delle mestruazioni.

Oltre all’impatto ambientale, il tipo di cotone utilizzato nei prodotti per l’igiene femminile può compromettere il tuo benessere. La sua cultura è stata classificata come una delle più inquinanti al mondo, poiché utilizza più insetticidi e pesticidi di qualsiasi altra. Al contrario, i prodotti in cotone biologico come quelli di Natracare sono privi di questi elementi.

Uno studio del 2015 condotto da ricercatori della Facoltà di scienze esatte dell’Università nazionale di La Plata ha rilevato che l’ 85% dei tamponi convenzionali analizzati conteneva glifosato. Questa sostanza chimica tossica è presente nell’erbicida della Monsanto, Roundup , che è comunemente usato sulle colture di cotone convenzionali in tutto il mondo. È stato dimostrato che l’esposizione a questa sostanza chimica è collegata a problemi riproduttivi e malattie.

3. Stai lontano da sostanze chimiche aggressive

La vagina è una delle zone più delicate di tutto il corpo. Sebbene abbia un microbiota che lo protegge dagli agenti infettivi, non ha un processo per abbattere o eliminare le sostanze chimiche che vengono a contatto con esso quando utilizziamo determinati prodotti. Nel caso degli articoli per l’igiene intima, come assorbenti igienici e tamponi, sono stati riconosciuti 5 ingredienti tossici:

  • Plastica : un elemento che, oltre ad inquinare, provoca un ambiente sudato che porta a cattivi odori, irritazioni e infezioni
  • Diossine : sostanza chimica derivante dallo sbiancamento del cotone con cloro. La sua esposizione è stata collegata a problemi ormonali e danni riproduttivi, come dettagliato in un rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).
  • Polimeri superassorbenti (SAP) : si tratta di derivati ​​del petrolio che possono provocare irritazioni e cattivi odori
  • Pesticidi : sostanze chimiche tossiche spesso utilizzate sulle colture di cotone
  • Coloranti : il loro utilizzo è superfluo e può causare alterazioni del microbiota vaginale, con conseguente irritazione e aumento del rischio di infezione

Quindi, come evitare che queste sostanze chimiche abbiano periodi meno dolorosi e imbarazzanti? Si tratta solo di saper scegliere. Al giorno d’oggi, ci sono molte opzioni per la cura dell’area intima nei giorni mestruali. Molti ginecologi consigliano i prodotti Natracare alle donne che soffrono di allergie, irritazioni, dolore e prurito durante il ciclo.

4. Non soffrire di periodi dolorosi: migliora la dieta

Passiamo ora ad un altro argomento molto importante, quello della riduzione del dolore mestruale, per il quale è fondamentale apportare alcuni aggiustamenti alla dieta. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista medica Obstetrics and Gynecology , una dieta ricca di verdure e povera di grassi può ridurre l’intensità della dismenorrea e la durata dei sintomi premestruali.

 

5. Prova la terapia del calore per il dolore mestruale

La termoterapia è stata utilizzata per molti anni in aggiunta alle mestruazioni meno dolorose. Una ricerca pubblicata su Evidence-Based Nursing ha mostrato che il calore applicato localmente era efficace quanto l’ibuprofene per i crampi mestruali. Inoltre, riduce anche il gonfiore e induce il rilassamento.

6. Non soffrire di periodi dolorosi: consuma un infuso antinfiammatorio

Un’altra opzione di trattamento naturale per le condizioni mestruali è il tè antinfiammatorio. In effetti, un articolo sull’Iranian Journal of Pharmaceutical Research ha scoperto che la fitoterapia mostra risultati promettenti nel calmare la dismenorrea primaria. Le opzioni possibili includono: camomilla, zenzero, cannella, menta piperita.

7. Esercitati regolarmente

L’esercizio fisico è consigliato durante tutto il ciclo mestruale. Lo sport e altre forme di attività fisica promuovono il rilascio di endorfine, note come ormoni del benessere. Grazie a questo, la pratica regolare aiuta ad avere periodi meno dolorosi e, inoltre, migliora l’umore. Dedica almeno 20 minuti al giorno su questo.

8. Non soffrire di periodi dolorosi: pratica tecniche di rilassamento

Prendersi del tempo per hobby, meditazione, yoga o qualsiasi forma di relax può aiutare ad alleviare molti disagi causati da periodi dolorosi. Non solo ha un effetto sul tuo umore, ma aiuta anche ad alleviare il dolore e il disagio nell’area intima.

Evita di soffrire di periodi dolorosi facendo yoga

9. Evitare l’automedicazione

È vero che molti antidolorifici da banco possono essere utili per alleviare i crampi mestruali. Si sconsiglia comunque di eccedere nel loro consumo e, per quanto possibile, di chiedere ad un professionista (medico o farmacista) quali sono le dosi appropriate. Come per gli altri sintomi come irritazione e prurito, anche l’uso di un prodotto qualsiasi è sconsigliato. È necessario conoscerne l’origine per determinare un trattamento adeguato.

10. Non soffrire di periodi dolorosi: consulta un ginecologo

È normale, in una certa misura, avere periodi dolorosi e scomodi. Tuttavia, se si manifestano con sintomi gravi e persistenti, è meglio consultare un ginecologo. A volte crampi, irritazioni, bruciore e cattivi odori sono causati da condizioni più attente. Pertanto, potrebbero essere necessari ulteriori test per determinarlo.

Per concludere su periodi dolorosi

Per avere periodi meno dolorosi, vale la pena prestare maggiore attenzione ai prodotti per l’igiene intima utilizzati e optare per alternative come Natracare, che garantiscono un’igiene biologica, ecologica e priva di qualsiasi sostanza irritante o nociva. È anche importante rivedere il tuo stile di vita e consultare regolarmente il tuo ginecologo.

Tienilo a mente adesso!

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button